Amministrazione Trasparente

Il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 ha riordinato gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni delle pubbliche amministrazioni e delle società e gli enti di diritto privato controllati o partecipati da pubbliche amministrazioni. Il link indirizza alla pagina in cui sono raccolte le informazioni di cui è prevista la pubblicazione, nello schema indicato dal decreto.

CROLLO DEL 18 LUGLIO 2016 - IN LOCALITA' CENGIO ROSSO

21 luglio 2016 - divieti e ordinanza

In data 18.07.2016, tra le ore 11.00 e 11.30 si è verificato un crollo di materiale roccioso sul versante nord-ovest del Monte Finonchio, in località Cengio Rosso, a monte di Castelpietra nel territorio del Comune di Volano.

Successivamente, fra le ore 14.00 e le 14.30 si è verificato un ulteriore rilascio di blocchi rocciosi dal medesimo punto.
I distacchi hanno prodotto in entrambi i casi la formazione di una densa nube di polvere.

Il Servizio Geologico della Provincia ha provveduto ad eseguire un sopralluogo mediante elicottero nel quale si è potuto stabilire che il distacco ha avuto luogo nella parte superiore della parete rocciosa, poco a nord dell'eremo di Santa Cecilia, ad una quota di 850 m slm e si è arrestato alla base del pendio roccioso a quota 600 m slm.


Dal sopralluogo è emerso che l'ammasso roccioso si presenta particolarmente fratturato e quindi permane la possibilità del verificarsi di ulteriori crolli che potranno interessare il versante sottostante.


Il servizio geologico della PAT, nella nota inviata ai Comune di Volano e Calliano in data 20 luglio 2016, suggerisce pertanto l'interdizione degli accessi ai sentieri e alle pareti rocciose da parte di escursionisti e rocciatori.


A tale proposito si ricorda che è tuttora in vigore l'ordinanza n. 11/2009 di Divieto di passaggio e transito sentieri di accesso all'eremo S. Cecilia e sentiero dell'arte in località Albiol”.

La Sindaca: Maria Alessandra Furlini

AVVISO: lavori sottopasso Via Stazione

Si comunica che l'amministrazione comunale di Volano ha appaltato i lavori per la costruzione del marciapiede nel sottopasso di via Stazione ed il rifacimento della pavimentazione stradale nel tratto di strada compreso tra l'incrocio con via Trento fino all'incrocio con via Tovazzi. La gara d'appalto ha portato all'affidamento dei lavori all'Impresa Ravanelli Edj, di Albiano. La Direzione Lavori è stata affidata all'ing. Michele Martinelli, dello Studio A.I.A., di Trento.



L'inizio dei lavori è programmato per LUNEDI' 4 LUGLIO, per una durata prevista di 60 giorni.


Per consentire l'esecuzione dei lavori si rende necessario chiudere al traffico la strada in corrispondenza del cantiere in due fasi successive.
La prima fase dei lavori interesserà il sottopassaggio ed il tratto compreso fino all'incrocio con via Tovazzi (sarà comunque garantito il passaggio dei pedoni).
Al termine di questa  prima fase, verrà chiuso al traffico il tratto stradale compreso tra via Trento e l'imbocco del sottopassaggio, per consentirne i lavori di pavimentazione in porfido.

Le chiusure al traffico e le deviazioni saranno segnalate sul posto ed in prossimità del cantiere come pure la data di spostamento provvisorio e per un breve lasso di tempo del mercato del sabato al parcheggio Legat.



Sulla pagina del sito: "Calendario iniziative e locandine eventi"

troverai la visualizzazione completa con tutti i DETTAGLI e le LOCANDINE degli eventi organizzati.


Locandine appuntamenti



30 luglio 2016 - ore 17.30 davanti al Municipio

passaggio 10° edizione della Staffetta podistica non competitiva "Insieme per non dimenticare la strage di Bologna"

Il 2 agosto 1980 a Bologna esplose una bomba nella sala d'aspetto della stazione ferroviaria; lo scoppio violentissimo dell'ordigno, contenuto in una valigia collocata nella sala d'aspetto di seconda classe, provocò il crollo delle strutture investendo anche treni in sosta sui binari della stazione emiliana.

L'orologio presente sulla facciata dell'edificio con le lancette ferme alle ore 10.25 è diventato il simbolo di quella tragica mattina del primo sabato di agosto del 1980; il bilancio finale di questo atto terroristico fu di 85 morti e di 200 feriti, persone provenienti da 50 città sia italiane che straniere.

Numerose le indagini, i depistaggi e i lunghi iter giudiziari con ricorsi e rinvii dei processi, ma ad oggi risultano ancora sconosciuti i nomi dei mandanti e soprattutto i moventi di quell'attentato; l'impresa più criminale avvenuta in Italia come la definì l'allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

A distanza di 36 anni Volano vuole aggregarsi a quanti vogliono ricordare la strage, per ‘non dimenticare' una tragedia che colpì l'intera nazione.

La staffetta “Insieme per non dimenticare il 2 agosto 1980” con partenza dal Brennero passerà per la prima volta nel centro del nostro paese il giorno sabato 30 luglio 2016 verso le ore 17.30; davanti al Municipio di Volano in Via Santa Maria saranno presenti le autorità comunali e i cittadini, per esprimere la  solidarietà agli organizzatori dell'iniziativa e tenere sempre vivo il pensiero.

Verso le 17.30 Carla Raffaelli ed Alberto Tovazzi, insieme a coloro che vorranno aggregarsi, accompagneranno sul territorio volanese la staffetta che raggiungerà la città di Bologna il 2 agosto, giorno dell'attentato.

"Cinema solare itinerante" - 31.07.2016 a partire dalle ore 18.00 presso il parco Legat di Volano

L'evento a cura di Nuovo Cineforum Rovereto, Bambini nel Deserto Trentino e Cinéma du Désert, associazione Baba e BabaruM, in collaborazione con Comune di Volano e con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.


Estate 2016

esperienze formative e divertenti rivolte a bimbi e ragazzi

Estate 2016


 

100 anni dopo - I volanesi e la Grande guerra del 1914-1918

ricerca curata da Enrico Tovazzi


Pubblichiamo un'interessante e preziosa ricerca storica curata dal nostro concittadino  Enrico Tovazzi  riguardante la prima guerra mondiale.

Nelle quattro sezioni che troverete sul sito sono riportati i nomi dei:

1. Disertori, sospettati e le complicità;
2. Volanesi civili morti per cause belliche;
3. Prigionieri;
4. Volanesi caduti in guerra.

con la loro storia, la famiglia di origine e i discendenti, le date di arruolamento, le date del decesso, le lapidi presenti presso il cimitero di Volano, i volanesi rientrati ecc.

Link alla pagina:  La grande guerra mondiale 1914-1918

Oratorio 50anni

Consiglio comunale del 30.06.2016 - esito

Legge elettorale provinciale 5 marzo 2003 n. 2

Mozione presentata in Consiglio comunale per la rappresentanza di genere nelle istituzioni


Family Audit

il comune di Volano rientra nella II fase di sperimentazione del progetto nazionale

Comitato di redazione "Volano Notizie"

18 luglio 2016



Nel corso del Consiglio comunale del 30.06.2016 è stato approvato all'unanimità il ‘Regolamento del notiziario Comunale' e sono stati designati i rappresentanti effettivi e supplenti delle forze di maggioranza e di minoranza.

La nuova giunta ha ritenuto opportuno favorire con questo strumento, una maggiore partecipazione della collettività alla vita pubblica tramite una puntuale informazione ai cittadini che non riguarda soltanto la parte istituzionale ma è rivolta anche alla promozione e valorizzazione di tutte le associazioni ed  iniziative programmate sul territorio comunale.

Inoltre, per la prima volta dal 1996 anno di istituzione del periodico ‘Volano Notizie',  si è ravvisata l'opportunità di costituire un vero e proprio ‘Comitato di redazione' con la presenza di forze di maggioranza e di minoranza.

In data 7 luglio u.s. con deliberazione giuntale nr. 136 è stato costituito il comitato che opererà nel rispetto del nuovo Regolamento.

Ne fanno parte i seguenti componenti:

- Benfanti Daniele: direttore responsabile, senza diritto di voto;
- Zandarco Cristina: presidente e con funzioni di coordinamento, con diritto di voto;
- in qualità di  componenti effettivi con diritto di voto:
     per la maggioranza: Moientale Umberto e Raffaelli MariaRosa;
     per la minoranza: Arman Ajit e De Zuani Alesssandro
- in qualità di  componenti supplenti con diritto di voto:
     per la maggioranza: Patauner Mario
     per la minoranza: Boschi Paola


Ci si è riservati inoltre la facoltà di individuare un'ulteriore figura indicata dalla Giunta in qualità di membro aggiuntivo e senza diritto di voto.

La funzione di Segretario del Comitato viene svolta dal Direttore Responsabile e le sedute saranno valide con la presenza di almeno quattro membri con diritto di voto, fra cui il Presidente del Comitato stesso; i componenti NON percepiranno alcun gettone di presenza mentre al Direttore Responsabile verrà corrisposto il compenso deliberato dalla Giunta comunale che per l'anno 2016 ammonta ad Euro 1.200.

Distribuzione gratuita blister antilarvali x ZANZARA TIGRE

Localizzazione Ovitrappole

Personaggi famosi e benemeriti

Sergio Raffaelli

il percorso delle Amministrazioni di Volano per l'intitolazione della Biblioteca comunale

Link alla pagina:


Sergio Raffaelli


Il mondo di parole di Sergio Raffaelli

Il Comune di Volano prosegue nel percorso di riscoperta e valorizzazione della figura del professor Sergio Raffaelli (1934-2010). Terzo di sette fratelli, visse infanzia e adolescenza a Volano, nel 1960 si laureò a Padova in Storia della lingua italiana con Gianfranco Folena. La nostra lingua è stata sempre il filo conduttore dell'attività accademica e di ricerca scientifica di Raffaelli.

Che è stato anche e soprattutto un pioniere degli studi sulla lingua del cinema (e della toponomastica). Dopo l'appuntamento di dicembre 2015, la carriera e le opere di Sergio Raffaelli sono state approfondite e presentate al pubblico anche lo scorso giugno 2016, con un pomeriggio di confronto presso l'Aula Magna della Scuola Primaria di Volano.

Il professor Fabrizio Rasera, presidente dell'Accademia Roveretana degli Agiati di cui Raffaelli era socio, ha coordinato il dibattito, che ha visto protagonista il professor Massimo Fanfani, docente di Storia della Lingua italiana all'Università di Firenze e condirettore della rivista “Lingua Nostra”.

Un neoitaliano che è nato dalle produzioni cinematografiche italiane negli anni ruggenti del cinema nazionale e che Raffaelli ha studiato, codificato, spiegato. Dal neologismo felliniano di successo «paparazzo» (termine nato da un cognome padovano), al dialetto nel cinema, alla censura sulle pellicole, al doppiaggio e adattamento dei dialoghi. Di Raffaelli resta una produzione molto vasta di articoli, libri, ricerche, schedari meticolosi, che lo accompagnarono nella sua evoluzione da critico cinematografico a storico della lingua.

Maurizio Cau, storico della Fondazione Bruno Kessler, ha sottolineato come Raffaelli abbia costruito uno spazio di indagine nuovo, non con compiacimento accademico ma con raffinata competenza.

a cura di Daniele Benfanti



Altri risultati...
12