Vai menu di sezione

Fatturazione Elettronica

Le disposizioni della legge finanziaria 2008 prevedono che, al fine di semplificare il procedimento di fatturazione e registrazione delle operazioni imponibili, l'emissione, la trasmissione, la conservazione e l'archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con le PA, anche ad ordinamento autonomo, e con gli enti pubblici nazionali, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili, deve essere effettuata esclusivamente in forma elettronica.

A livello normativo, quindi, tutte le PA destinatarie non potranno né accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea né procedere al pagamento, neppure parziale, sino all'invio del documento in forma elettronica.

I FORNITORI delle amministrazioni pubbliche dovranno invece gestire il proprio ciclo di fatturazione esclusivamente in modalità di fatturazione elettronica, non solo nelle fasi di emissione e trasmissione ma anche in quella di conservazione. 

Ed è proprio questa, la parte che certifica la volontà di dematerializzare quanto più possibile il sistema di fatturazione.Per maggiori dettagli riguardanti le modalità da utilizzare per la fatturazione elettronica alla PA si possono consultare il seguente sito:
www.indicepa.gov.it

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 31 Marzo 2016 - Ultima modifica: Giovedì, 23 Novembre 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto