Vai menu di sezione

Links utili

Una scelta in Comune: donazione organi

  • Presso l'ufficio anagrafe del Comune di Volano è possibile esprimere il consenso o il diniego alla donazione di organi o di tessuti in caso di morte, al momento del rilascio o rinnovo della carta d'identità (Legge 9 agosto 2013, n. 98).
     
    Indicare la propria scelta in materia di donazione degli organi è facile: al momento del rinnovo o del rilascio del documento, l'ufficiale del servizio anagrafe proporrà – ai soli maggiorenni - la possibilità di dichiarare la propria volontà.  La decisione sarà trasmessa in tempo reale al Sit - Sistema Informativo Trapianti, la banca dati del Ministero della salute, consultabile 24 ore su24 dai Coordinamenti Trapianti, che raccoglie tutte le dichiarazioni rese dai cittadini maggiorenni.

    Al fine di fornire ogni chiarimento utile alla cittadinanza l'amministrazione di Volano ha organizzato l'incontro pubblico presso la Sala Anziani in Via III Novembre in data 12 giugno potendo contare sulla collaborazione dell'AIDO – sezione di Rovereto e della dott.ssa Nadia Buccella del'U.O nefrologia dell'Ospedale Santa Chiara di Trento.
    Durante la serata sono stati affrontati i temi della morte celebrale, le modalità di prelievo degli organi, l'iter attualmente previsto in caso di donazione, i criteri adottati per l'assegnazione e l'individuazione del paziente più compatibile e le procedure nonché gli enti deputati alla raccolta delle informazioni che confluiscono poi nel sistema centrale a livello nazionale.
    Molto interessanti e altrettanto toccanti le tre testimonianze rappresentate dalla madre di un ragazzo deceduto qualche anno fa che ha donato i suoi organi e di due ‘trapiantati'; è risultato alquanto evidente che la ricerca ha consentito di sperimentare varie strategie atte ad individuare delle tecniche specifiche in grado di ‘tipizzare' i tessuti e ridurre al minimo il rischio di incompatibilità e di rigetto, offrendo speranza di vita a molte persone.
    Qualsiasi persona di età compresa tra i 18 e gli 80 anni che decida 'in vita' di esprimere il proprio consenso lo potrà fare anche presso l'azienda sanitaria e tramite l'AIDO (Associazione Italiana donatori organi, cellule e tessuti).
    L'amministrazione coglie l'occasione per ringraziare anche il gruppo 'Zampagnaro lagaro' che ha allietato la serata con il suono delle cornamuse.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Lunedì, 11 Settembre 2017 - Ultima modifica: Venerdì, 24 Novembre 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto