Brugna de Avolano

a cura di Enrico Tovazzi

Personaggi famosi di Volano:      
nel mio personale elenco, il primo fra i noti e importanti è:

Brugna de Avolano

Di Brugna de Avolano non si conoscono le esatte date di nascita e di morte. Dai documenti esistenti si deduce che  Brugna de Avolano è nato nella prima metà del 1200 ed ha operato attivamente per tutta la seconda metà di quel secolo. Certamente non era più in vita nel 1311, anno della morte della sua vedova, “…Osbeta vedova di Brugna de Avolano…, sorella di Giacomo, canonico della Cattedrale di Trento.

Brugna de Avolano visse nel periodo storico in cui i Signori di Castelbarco, prima con Azzone I° e poi con Guglielmo III° il Grande, riunirono sotto il loro controllo la Val Lagarina, creando un territorio cuscinetto tra il Principato vescovile di Trento e la signoria veronese dei Della Scala.

Nel 1257, Brugna de Avolano  riceve da Azzone Castelbarco l'investitura della gastaldia per i due villaggi contigui , Borgo Avolani e Villa della pietra, che formano il nucleo abitativo di Volano.
                                    
Nel 1266, Brugna de Avolano rappresenta Volano nell'atto di sottomissione  a Guglielmo Castelbarco.

Nel 1281, Brugna de Avolano, Viviano de Avolano  e l'arciprete Basalo, sono chiamati, dal principe-vescovo Enrico, a garantire per la riparazione della”… chiesa Plebis de Avolano defolata e discopata…”.

Nel 1285, Brugna de Avolano, presso la sua abitazione e in qualità di vicario di Guglielmo il Grande,occupato a Verona nella carica di podestà,  riceve la sottomissione della Comunità di Folgaria.

La famiglia Brugna è citata nel primo  “Extima comunis Avolani, vallis Lagarine” del 1441, dove sono citate tre famiglie proprietarie di case con tetto a coppi, con teza, corte,aia,orto, situate in più punti del paese.

Il cognome Brugna è riportato da documenti fino al secolo XVII°.