2 giugno 2016 - Festa della Repubblica 70° dalla costituzione e dal primo voto per le donne italiane

Affollata la sala Consiliare e numerosi diciottenni presenti.




2 giugno 1946: data storica in cui alle donne fu permesso non solo di prendere parte, universalmente, al referendum monarchia/repubblica ma anche di votare per le elezioni della Assemblea costituente ed eleggere, come accadde, 21 parlamentari donne, distribuite su un arco politico che andava dalla Democrazia Cristiana al Pc, dai socialisti al partito dell'Uomo Qualunque.
 
Già nelle amministrative che si svolsero in 436 comuni nel marzo 1946, le connazionali che avevano compiuto 21 anni poterono recarsi per la prima volta alle urne ed esprimere un voto al femminile per coloro che si erano candidate; un discreto numero di donne riuscì ad entrare nei consigli comunali e da lì, con ritardo rispetto alle altre democrazie europee, iniziò la partecipazione sempre più attiva al mondo delle istituzioni.
 
Il provvedimento per la legittimazione al voto femminile fu voluto da due statisti uomini, Togliatti e De Gasperi, e segnò un cambiamento epocale non solo del corpo elettorale della nazione ma un mutamento di identità della donna italiana, esclusa dalla vita politica e relegata ad una posizione subordinata anche all'interno della famiglia.
 
Molta strada è stata percorsa da allora sia nel mondo politico-istituzionale che nel mondo economico da parte del genere femminile; ecco perché l'amministrazione ‘rosa' di Volano ha proposto sin dal suo insediamento molte iniziative rivolte a far conoscere le donne di Volano espressione delle arti al femminile, della musica, del commercio, dell'artigianato, dell'agricoltura, delle istituzioni, della scuola, dello sport ecc. giovani e meno giovani che negli anni hanno saputo ricoprire sempre più ruoli riservati in passato al solo genere maschile.
 
Non poteva quindi mancare a Volano un riferimento a questa data che corrisponde anche con il 70° anniversario della costituzione della Repubblica Italiana e all'inizio di un'evoluzione decisiva della nostra società.
 
Si ringraziano:

Gruppo ANA di Volano

Circolo pensionati e anziani

Corpo Musicale S.Cecilia di Volano

VVF di Volano

per la preziosa collaborazione riservata all'evento.

Un grazie lo rivolgiamo anche ai sindaci delle passate consigliature L.Tovazzi, B.Ticò e F.Mattè al comando dei Carabinieri di Calliano e al nostro parroco don Cosma che ha celebrato la Messa alle ore 10.00 nella Chiesa Parrocchiale e ha partecipato successivamente alla cerimonia presso la sala consiliare per la consegna dello Statuto della Provincia di Trento e della Costituzione da parte della Sindaca M.Alessandra Furlini ai giovani di Volano.

Appuntamento al 2017  !!!